Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

Meditazione: prima domenica di avvento

29 Novembre ore 10:30 - 11:30

Corona Avvento

Domenica 29 Novembre 2020 dalle 10.30 alle 11.30
Webinar online

MEDITAZIONE: Prima domenica di Avvento

Nella prima di Avvento l’uomo deve predisporsi al sacrificio, per il Servizio ed essere pronto a servire e amare. Dovrebbe osservarsi con l’occhio interiore e sperimentare questo giorno come la celebrazione del desiderio della nascita. La consacrazione della celebrazione è: “Io mi dedico al Ministero dello Spirito che deve nascere in me”. I pensieri sono diretti al Cristo che nasce nell’uomo.
– Giorgio Tarditi Spagnoli (Antroposofia, la scienza dello Spirito di Rudolf Stainer) –

Rito Ambrosiano
Avvento, cos’è e quali sono le celebrazioni più importanti, è il tempo liturgico di preparazione di Natale, in cui si ricorda la prima venuta del Figlio di Dio fra gli uomini.
Contemporaneamente è il tempo in cui, attraverso tale ricordo, lo spirito viene guidato all’attesa della seconda venuta del Cristo alla fine dei tempi. Nel Rito Ambrosiano dura sei settimane, ed è il tempo liturgico che precede e prepara il Natale: nei riti cristiani occidentali segna l’inizio del nuovo anno liturgico. La parola avvento deriva dal latino “adventus” e significa “venuta” anche se, nell’accezione più diffusa, viene indicato come “attesa“.

Il tempo di avvento comincia dei primi Vespri dell’ultima domenica di novembre e termina prima dei primi Vespri di Natale.
Le letture dell’Antico Testamento sono profezie sul Messia e sul tempo messianico, tratte soprattutto dal libro di Isaia. Le letture dell’Apostolo contengono esortazioni e annunzi, in armonia con le caratteristiche di questo tempo.

La corona dell’Avvento, ossia le quattro candele accese ogni domenica di questo tempo, derivando dal clima della Riforma, ha avuto pieno riconoscimento solo grazie alla riforma liturgica, sia nelle chiese che nelle case.

Che cos’è la Corona d’Avvento?
Com’è nata?
È un’antica tradizione che ha avuto origine nel Nord d’Europa, precisamente in Scandinavia, ma che negli ultimi anni è entrata con forza nelle nostre comunità cristiane.
La corona dell’Avvento consiste in oggetto circolare rivestito di rami verdi (senza fiori) sul quale vengono collocate quattro candele (il colore viola sarebbe quello più appropriato, tranne che per la terza candela che andrebbe invece rosa). A partire dal 1600 cattolici e protestanti tedeschi iniziarono a usare questo simbolo per rappresentare Gesù, che è la luce venuta nel mondo.

Ma vediamo nel dettaglio la simbologia che racchiude.

• La forma circolare: il cerchio non ha principio né fine, è un segno di eternità e di unità; la corona è anche segno di regalità e di vittoria e annuncia che sta per nascere Gesù che è il re che vince le tenebre con la sua luce.
• I rami verdi: simboleggiano la speranza e la vita: sta per arrivare il Signore che sconfigge le tenebre la morte.
• Le quattro candele: le candele si accendono una per volta durante le quattro domeniche di avvento. Simboleggiano la luce in mezzo alle tenebre: la salvezza portata da Gesù Cristo è la luce per la vita di ogni persona.
• I colori: la ghirlanda può essere decorata con tessuti rosso e viola: il rosso sta a simboleggiare l’amore di Gesù, mentre il viola indica penitenza e conversione.
Il colore delle candele (tre viola, una rosa) riflette i colori liturgici di questo periodo. Nella liturgia il colore viola indica penitenza, conversione, speranza, attesa e suffragio, si usa nei tempi d’Avvento e di Quaresima. La candela rosa viene accesa la terza domenica di Avvento, detta Gaudete, quando anche il sacerdote indossa paramenti rosa; la domenica Gaudete è la domenica della gioia perché i fedeli sono arrivati a metà dell’Avvento e il Natale è vicino.

Il significato delle QUATTRO CANDELE
Le quattro candele che accenderemo nelle quattro domeniche di Avvento hanno un nome ed un significato peculiari.
La prima candela è detta “del Profeta“, poiché ricorda il profeta Michea, che aveva predetto che il Messia sarebbe nato a Betlemme e simboleggia la speranza.
La seconda candela è detta “di Betlemme“, per ricordare la città in cui è nato il Messia, e simboleggia la chiamata universale alla salvezza.
La terza candela è detta “dei pastori“, i primi che videro ed adorarono il Messia e simboleggia la gioia, da qui il colore rosa.
La quarta candela è detta “degli Angeli“, i primi ad annunciare al mondo la nascita del Messia e a vegliare sulla capanna dove è nato il Salvatore. Simboleggia l’amore.
L’accensione di ciascuna candela indica la progressiva vittoria della Luce sulle tenebre dovuta alla sempre più prossima venuta del Messia.

Abbiamo preparato per voi una speciale Corona d’Avvento che consiste in una preghiera da recitare in famiglia ogni domenica dell’Avvento, per chi lo richiederà.
Per ogni domenica d’avvento, ci sarà una meditazione a tema, un modo per vivere la venuta della Luce nel Mondo insieme ad Associazione Il Richiamo.

Conduce la meditazione Catia Massari consulente di Medicina Integrale.
Per info: ilrichiamo4@gmail.com

 


Info e costi

Per iscriverti ti chiediamo di inviarci i tuoi dati tramite un modulo che troverai una volta cliccato il bottone “ISCRITIVI” qui sotto.

Il webinar è organizzato in collaborazione con EIDOS Formazione, progetto creato dalla società IO srls
Quota di partecipazione: € 20 + IVA 22% da pagare in una delle seguenti modalità:

1) tramite bonifico bancario intestato a:
Io srls – IBAN IT45 I088 5268 0500 2001 0274 615 – Romagna Banca Credito Cooperativo Romagna Est
2) con versamento su conto Paypal all’indirizzo info@iosrls.com
3) con ricarica Poste Pay 5333 1710 0139 6569

Per rendere effettiva l’iscrizione dovrai quindi inviarci copia della ricevuta del versamento, assieme ai dati anagrafici, all’indirizzo email ilrichiamo4@gmail.com

 

 

 


 

Dettagli

Data:
29 Novembre
Ora:
10:30 - 11:30
Categorie Evento:
,

Luogo

Evento online

Organizzatore

IO srls
Email:
info@iosrls.com
Sito web:
http://iosrls.com

Dettagli

Data:
29 Novembre
Ora:
10:30 - 11:30
Categorie Evento:
,

Luogo

Evento online

Organizzatore

IO srls
Email:
info@iosrls.com
Sito web:
http://iosrls.com